Samo: Tutto acceso

Il Palio si ama. Lo scrive Giovanni Viti e lo dicono i rappresentanti dei Fratres alla cena della vittoria della contrada Samo. Loro che rappresentano la fonte da cui questo Palio poco meno di 40 anni fa prese vita.

Ed è così, anche se è cambiato da come lo avevano immaginato ma si ama, come si ama un figlio che cresce e magari diventa altro da quello che si era sognato per lui. La sera dei conti. Di quelli belli e di quelli meno belli è la cena della vittoria di Samo. A pochi giorni dalle comunicazioni del Cda sulle sanzioni riguardanti il Palio del 2018, a Samo si festeggia la vittoria. La festeggia Monica Cespoli ormai storico Presidente di questa Contrada, uno di quei volti che il Verrocchio riconosce come amico, perdonatecelo ma quando si festeggia una vittoria si può anche abbassare la guardia.

Monica è uno dei volti rosa del Palio che vive per i suoi colori, sempre col sorriso, con disponibilità al servizio del suo Palio, della sua Contrada, del cda quando c’è bisogno, un esempio per la sua festa, una donna che vive la passione vera fino in fondo. Poi Eros Falce, il Capitano più giovane, scaltro, a volte inafferrabile, quello che ha vinto. E Valter, l’uomo dell’impresa. Un’impresa facile con il cavallone del lotto ma quello anche che ha avuto l’arguzia tra tanti litiganti di inquadrarsi come quello che doveva vincere.

Paradossale che il fantino squalificato a Siena, ad ora, abbia segnato il passo di tutti i Palii corsi fino ad ora. Vent’anni di carriera, un predominio strategico importante su Fucecchio con questa vittoria conferma una capacità spesso superiore di leggere i fatti un attimo prima, quando poi, come in questo caso lo accompagna la fortuna di disporre di un Bombolone, anche due attimi prima. E Quan King, argenteo, allenato da Carlo Sanna, atteso in Buca da anni, alla luce di questa galoppata, a ragion veduta. Stasera il fango, che ha condito quel giorno di maggio non c’è più. A Samo è tutto accesso. Anche a Fucecchio rimane acceso tutto, domande polemiche, aspettative. Ma questo è lo scalino che è necessario salire per essere un grande Palio. Quest’anno lo è stato. Per tutti. E ha vinto il Samo.

Eleonora Mainò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *