La “Dicotomia dell’Essere”, il cencio del Palio di Buti 2019 è opera di tre artiste

La sensibilità delle tre artiste dietro al Cencio di quest’anno a Buti emerge in ogni dettaglio. Francesca Leporini, Giada Bernardini e Sabrina Buti sono le ideatrici de “La dicotomia dell’essere”.

L’opera è stata dunque realizzata da persone diverse ma chi la osserva non percepisce alcuno stacco o differenza di stile. Quello che invece è evidente è che l’opera è ricca di simboli ed è caratterizzata da un fascino quasi onirico. Interessanti i dettagli in foglia oro che donano preziosità all’opera. C’è un nastro che unisce tutti gli elementi del cencio e che copre la vista alla Dea Bendata, simbolo pagano, affiancata da una figura sacra, quella di Sant’Antonio Abate, a cui è intitolato il Palio di Buti. Con questa prima contrapposizione è già evidente la dicotomia tra sacro e profano, elementi di cui la cultura paliesca è intrisa. Presenti altri elementi come la mano del Fato e, chiaramente, il cavallo. Quello che però è alla base di tutto è una scacchiera le cui pedine sono proprio le sette contrade.

Varcando la soglia dell’associazione Artemisia, l’impressione è quella di respirare creatività e passione. Tra le tele appese molti volti femminili, occhi che sembrano scrutare lo spettatore e che incantano per la loro intensità. C’è quasi un’energia tutta femminile che queste opere sembrano sprigionare.

L’associazione Artemisia si occupa di pittura, ma non solo. Oltre a organizzare corsi di pittura, organizza anche corsi di fotografia, yoga, inglese e molto altro. Negli ultimi tempi l’associazione ha dedicato anche un buona parte dell’attività a tematiche legate al benessere, alla cucina naturale, a mostre e workshop. Un angolo creativo nel cuore di Buti tutto da scoprire e valorizzare.

Per maggiori informazioni sulla lettura del cencio vi rimandiamo al sito internet dell’associazione: https://artemisiarte.wixsite.com/officina/cencio-palio-buti-2019

Johara Camilletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *