La Conferenza di sabato: uniti nella Passione

Anni fa nei lunghi confronti con Daniele Cei, già Assessore al Palio, e l’avv.Massimo Billi allora Presidente del CDA ne avevamo parlato spesso di un incontro ufficiale da creare prima o poi tra i rappresentanti di queste corse, quale più, quale meno storica.

Nel frattempo alcune cariche si sono succedute, presidente del CDA è Nicolò Luca Cannella ma il fatto che, finalmente si sia arrivati ad organizzare questo incontro è segno di una continuità dell’ operato del CDA e del Comune di Fucecchio, di un progetto a lungo termine quindi, che valorizza le idee comuni e che denota ancora una volta una crescita importante per Fucecchio.
Questo primo storico incontro, che verterà quasi esclusivamente su una tematica molto cara a tutti, i cavalli, c’è da sperare che possa essere il primo di una lunga serie.
Molte le città coinvolte, ognuna con la sua peculiarità e da questa moltitudine già si intravede poi la necessità di creare anche tavoli diversi, sottocommissioni che vadano ad occuparsi nel particolare di palii su percorsi storici ad esempio, piuttosto che di palii che si svolgono su piste moderne, se così possiamo chiamarle, piuttosto che di palii in dritto, in piano o sui diversi tipi di terreni.
Ognuno sabato porterà la propria esperienza e già subito dovremo capire chi sarà pronto a mettersi ” di mezzo” per creare un fronte comune.
Era chiaro che  le ristrettezze, prima del decreto Martini, poi di altri interventi legislativi avrebbe fatto maturare i tempi per provare a creare una sorta di lega, piuttosto che di consorzio o di unità di intenti.
Intanto il CdA, a volte accusato di essere poco incisivo, mette a punto un progetto importante insieme al Comune, di cui, a prescindere dagli esiti di questo primo incontro, tutti gli appassionati e le persone coinvolte con varie professionalità nel mondo del Palio della Provincia devono essere grati.
La strada da seguire è senza dubbio la prevenzione, che passa da una scelta consapevole dei soggetti, che si tratti di manifestazioni a tratta o ad ingaggio, addestrati e preparati per questi percorsi, cavalli adatti, anche dal punto di vista comportamentale, non solo atletico e di preparazione fisica, a reggere le giornate fuori dal proprio ambiente, il canape e tutto ciò che comporta questo tipo di manifestazione.
Da lì in poi, ogni idea, ne siamo certi, sarà la benvenuta.
Eleonora Mainò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *